Abetone

Morti casa/azienda, condannata proprietà

Ha patteggiato la condanna a due anni e sei mesi per omicidio colposo plurimo e incendio colposo la proprietaria italiana della casa-azienda di Vaiano (Prato) dove il 26 agosto - in seguito ad un incendio - persero la vita due operai cinesi, un uomo e una donna di 39 e 37 anni. Il gup del tribunale di Prato, Alberto Lippini, ha poi condannato a tre anni e due mesi anche i titolari della ditta 'fantasma', Hu Yongsheng e la moglie Hu Yinya: anche loro avevano chiesto il patteggiamento. Nel corso delle indagini, coordinate dai pm Lorenzo Gestri e Francesco Sottosanti, era emerso che la proprietaria dell'immobile, Patrizia Carmagnini, era a conoscenza che l'abitazione data in affitto alla coppia di orientali era stata trasformata in un 'casa-azienda': determinante il ritrovamento di un file nel pc della donna che utilizzava il documento per simulare ogni mese la disdetta del contratto di affitto, documento che le serviva in caso di controlli delle forze dell'ordine.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie